Godersi della bellezza dei paesaggi cavallo della sua moto

Nella maggior parte dei casi, conoscerete lo scopo del vostro viaggio. Slovacchia, Repubblica Ceca, Austria, Croazia, Italia, Romania, Georgia e Spagna sono destinazioni popolari per i motociclisti polacchi. Fortunatamente (o sfortunatamente), il tempo della pianificazione con un quadrato e una mappa di carta è passato da tempo, e puoi facilmente pianificare la maggior parte dei tuoi viaggi mentre sorseggi una birra sulla tastiera del tuo computer.

Usa il tuo dito sulla mappa

La scelta più naturale nella pianificazione del percorso sarà probabilmente Google Maps. Un noto e popolare strumento dello zio Google permette di pianificare un percorso con le fermate necessarie e, soprattutto, di controllare il tempo di viaggio stimato. In effetti, è un’ottima soluzione, a condizione che non abbiate il navigatore GPS sulla vostra bicicletta. In questo caso, vale la pena considerare se vale la pena pianificare il percorso in anticipo in Google Maps e perdere tempo per trasferirlo sul dispositivo.

La pianificazione utilizzando gli strumenti forniti dal produttore del GPS può essere una buona scelta. Per gli utenti del popolare modello TomTom Rider, TomTom MyDrive può essere utilizzato. Con esso, è possibile non solo pianificare un percorso specifico, ma anche esportarlo nel popolare formato GPX con un solo clic. Puoi condividere questo percorso con tutti i partecipanti al tuo viaggio in modo da poter navigare indipendentemente l’uno dall’altro.

Tenete presente che le mappe di diversi sistemi non sono uguali. Durante il nostro recente viaggio in Romania, si è scoperto che alcuni dei percorsi più interessanti si trovano sulle mappe TomTom e altri su Google Maps. Pertanto, vale la pena controllare i percorsi tracciati in entrambi gli strumenti.

Come arrivarci – stiamo guidando per chilometri

Nella maggior parte dei casi, il suo viaggio in moto consisterà in un transito veloce verso una destinazione (per esempio, una regione o un paese specifico) e poi un viaggio più lento attraverso la regione. Se, per esempio, vai al Passo dello Stelvio, dovrai guidare almeno 1000 km dalla Polonia. Andare in Romania? Qui si va – 800 km davanti a voi.

Per i piloti esperti, percorrere 800-1000 km alla volta non sarà un grosso problema, soprattutto se si viaggia su una moto di classe avventura (come una Triumph Tiger Explorer) o su una cruiser progettata per ingoiare chilometri di autostrada come una Honda Goldwing. Se, tuttavia, nella tua vita quotidiana, la realtà è di soli 200 km al giorno, considera di pianificare dei pernottamenti lungo il percorso.

Ci sono altri aspetti da considerare oltre all’esperienza del pilota e al tipo di moto. È sicuro che sarà il tempo previsto (anche una pioggia calda che cade tutto il giorno farà incazzare molti motociclisti), il numero di moto nel gruppo, l’autonomia su un serbatoio, la velocità di viaggio prevista… Guidare 1000 km al giorno sulle autostrade tedesche può causare solo dolore alle natiche e morte per noia, e fare lo stesso risultato sulle strade georgiane sarà un vero eroismo (se non stupido!).

Secondo la mia esperienza personale, posso dire che il viaggio di più di 800 km è associato a una grande stanchezza e fatica, e gli ultimi chilometri sono già percorsi a forza.

Grandi e piccoli viaggi

Una volta arrivato a destinazione, probabilmente ti chiederai quanti chilometri devi pianificare per ogni giorno. 200, 300, 500 km? Fondamentalmente, non c’è una risposta pronta. Il tempo di viaggio sarà il vostro limite. A meno che tu non sia un milionario appena creato (o uno sviluppatore Java esperto;)), probabilmente cercherai almeno di seguire le regole del traffico quando viaggi all’estero. Il mandato di un poliziotto straniero arrabbiato non sarà il più piccolo. Quindi si può supporre che la velocità media sarà di circa 60-80 km/h, che con il piano di 500 km ci dà da 9 a 10 ore di guida. Più le visite turistiche, il cibo e altri piaceri.

I motociclisti che amano andare « nel bush » di tanto in tanto dovrebbero ricordare che anche il fuoristrada leggero è una potente perdita di tempo. Un’accogliente strada di ghiaia, che si snoda lungo la variante d’asfalto che abbiamo previsto, può essere necessaria per aggiungere +2 ore di guida al tempo precedentemente previsto.

Un viaggio non è una gara!

Non importa quanto bene abbiate pianificato in anticipo i percorsi di ogni giorno, vale la pena essere flessibili. Non prenotare l’alloggio in anticipo (a condizione che sia generalmente disponibile nel paese in cui si va) sarà una grande idea. Questo vi permetterà semplicemente di passare la notte quando sarete stanchi di guidare. Non dimenticare che rimandare ogni giorno i chilometri « fino a domani » finirà per ottenere la tua vendetta quando tornerai in Polonia. Quindi tenete d’occhio l’attuazione del piano.

Per questo motivo, vale la pena pianificare un giorno di riposo ogni pochi giorni. Guidare un centinaio invece di 300 o 400 km. Il riposo è sempre consigliabile, e può essere un buon tampone per gli imprevisti, come un’interruzione del tempo del giorno prima.

Il tuo viaggio in moto dovrebbe essere un piacere. Non battere i record di velocità, non lottare per ogni chilometro in più che percorri, solo per mostrare ai tuoi amici più tardi quanto è lungo il tragitto quotidiano. A volte vale la pena fermarsi e godersi il posto che si è raggiunto in bicicletta.

Come si Trasporta il motociclo in modo sicuro ?
TOP 5: I MOTO PIÙ VENDUTI SUL MERCATO INTERNAZIONALE MOTORI DI SECONDA MANO, FACILI DA VENDERE